Anteprima ...  Stampa...  Stampa la pagina ...
Search
 
Chiudi
Photos
Calendar
Visits

 232822 visitatori

 90 visitatori in linea

Siete qui :  Home
Benvenuto su Capleymar

Benvenuti sul Blog di Capleymar-Homoalpinus

Al di là delle montagne, il pensiero ...

 

Questo blog ha lo scopo di esprimere idee, opinioni, rivolte, qualsiasi tipo di informazione o il pensiero politicamente corretto o non corretto, a condizione che il rispetto delle persone sia preservato, i discorsi razzista o offensivi della dignità della persona sono considerate irricevibili.mad

L'obiettivo di questo quaderno virtuale è quello di condividere emozioni, critiche, punti di vista, 
informazioni, suggerimenti, ecc. sul mondo a cui apparteniamo


Per evitare confusione e facilitare la navigazione, proponiamo temi di espressione diversi. Siamo aperti a ogni suggerimento…


Si appelliamo all'indulgenza dei nostri amici italiani per le nostre errori linguistiche...

foudre-20060614.gif

Le 3 ultime notizie
Auguri per 2018 - con Capleymar il 03/01/2018 17:41

La montagne, nouvel Ibiza ? (Rummelplatz Alpen) - con Capleymar il 27/02/2016 11:57

La montagne, nouvel Ibiza ? (Rummelplatz Alpen)

Un documentario da non perdere per chiunque sia interessato al futuro delle Alpi.

sinossi:

Per cinquant'anni, le Alpi sono state consegnate al turismo invernale di massa, con la devastazione ecologica ormai evidente sulla fauna, la flora e il sistema idrico. Dopo le costose assurdità  dei cannoni a neve e l'invasione degli impianti nel paesaggio, la natura è ora minacciata da nuovi concetti marketing , innescata dal drastico accorciamento della stagione degli sport invernali, a causa del riscaldamento globale. Tuttavia, degli approcci più sostenibili per scoprire la montagna cominciano a contrastare l'industria della neve, tra cui la valutazione dei suoi siti in estate.

Martedì 01 marzo (90 min)  ARTE.TV

Leggi il seguito Leggi il seguito

La montagne, nouvel Ibiza ? (Rummelplatz Alpen)

Un documentario da non perdere per chiunque sia interessato al futuro delle Alpi.

sinossi:

Per cinquant'anni, le Alpi sono state consegnate al turismo invernale di massa, con la devastazione ecologica ormai evidente sulla fauna, la flora e il sistema idrico. Dopo le costose assurdità  dei cannoni a neve e l'invasione degli impianti nel paesaggio, la natura è ora minacciata da nuovi concetti marketing , innescata dal drastico accorciamento della stagione degli sport invernali, a causa del riscaldamento globale. Tuttavia, degli approcci più sostenibili per scoprire la montagna cominciano a contrastare l'industria della neve, tra cui la valutazione dei suoi siti in estate.

Martedì 01 marzo (90 min)  ARTE.TV

Chiudi Chiudi


COP21 : Si scalda la discussione sul clima - con Capleymar il 23/07/2015 10:13

Si scalda la discussione sul clima.

NL-CIPRA--1.jpg

Nel dicembre prossimo la Francia organizzerà la 21a Conferenza sul clima delle Nazioni Unite. Ma già ora la COP21 solleva vivaci discussioni. 

Più si avvicina la data della Conferenza sul clima di Parigi, più roventi diventano le discussioni. Il Protocollo di Kioto scade nel 2020 e a dicembre dovrà essere sostituito da un nuovo accordo internazionale. Il cambiamento climatico è ormai riconosciuto come un dato di fatto dalla maggioranza degli Stati, poiché i suoi effetti sono ormai evidenti pressoché ovunque. La questione al centro del dibattito è tuttavia su chi abbia le maggiori responsabilità per il clima globale. È giusto, ad esempio, riconoscere agli Stati industrializzati emergenti dell’Asia il diritto di raggiungere il livello di prosperità economica e di benessere dell’Europa, accentuando così il cambiamento climatico? 

Vedi il file PDF

Leggi il seguito Leggi il seguito

Si scalda la discussione sul clima.

NL-CIPRA--1.jpg

Nel dicembre prossimo la Francia organizzerà la 21a Conferenza sul clima delle Nazioni Unite. Ma già ora la COP21 solleva vivaci discussioni. 

Più si avvicina la data della Conferenza sul clima di Parigi, più roventi diventano le discussioni. Il Protocollo di Kioto scade nel 2020 e a dicembre dovrà essere sostituito da un nuovo accordo internazionale. Il cambiamento climatico è ormai riconosciuto come un dato di fatto dalla maggioranza degli Stati, poiché i suoi effetti sono ormai evidenti pressoché ovunque. La questione al centro del dibattito è tuttavia su chi abbia le maggiori responsabilità per il clima globale. È giusto, ad esempio, riconoscere agli Stati industrializzati emergenti dell’Asia il diritto di raggiungere il livello di prosperità economica e di benessere dell’Europa, accentuando così il cambiamento climatico? 

Vedi il file PDF

Chiudi Chiudi


Forum in diretta
Preferences

Riconnettersi :
Il tuo nome ( o pseudonimo ) :
La tua password
<O>
Tx34YG
Copia il codice :


  Numero di utenti 8 utenti
Connessi :
( nessuno )
Snif !!!